Comunicazioni a Soci ed Amici del Club
Articolo pubblicato su "La Nazione" del 27 Giugno 2019
Ferraristi Toscani: dai motori alle Miss
Il raduno è per venerdì alle 16,00 nella piazza centrale di Magliano in Toscana. Da mezza Italia quaranta “rosse” puntano verso la Maremma alla scoperta delle sue bellezze, della sua storia e non ultima, della sua eno-gastronomia. Comincia così “La 2 giorni del Cavallino”, il ristorante scelto per la sera è “La Poventa” (termine che significa al riparo dal vento), curiosa coincidenza visto che i bolidi di Maranello, sono ritenuti, universalmente, veloci come il vento.
Sabato mattina la sveglia suona presto, ci sono le verifiche tecniche ed il parco chiuso da allestire. Fatto lo schieramento e lasciate in mostra le macchine, un caffè veloce e via tutti a bordo di pulmini destinazione il Convento della Presentazione al Tempio, una storica costruzione di epoca medievale dei frati passionisti, con una splendida vista sulla laguna di Orbetello, dopo la visita all'edificio religioso ancora in viaggio per un aperitivo sul lungomare di Porto Santo Stefano. E’ quasi mezzogiorno e la carovana rientra a Magliano e questa volta la meta è gastronomica e i ristoranti del borgo maremmano danno il meglio dei loro menù e per molti partecipanti il baccalà fritto sarà uno dei ricordi più belli di questo fine settimana. Nel pomeriggio il programma prevede, dopo il relax a bordo piscina nel resort, il giro sulle antiche mura del paese, appena restaurate, per poi sedersi nuovamente a tavola in centro, dove il ristorante “il Molino” ha organizzato una cena sotto le stelle con balli e musica dal vivo fino a tarda notte, con tutti i maglianesi coinvolti.
Domenica mattina un giro di chiave e il rombo dei quaranta “cavallini” ha svegliato la tranquilla Magliano, la destinazione del serpentone rosso è Pitigliano, la piccola Gerusalemme, andata e ritorno, 80 chilometri scortati da staffette, tra valli, sorgenti termali e colline ricamate dai vigneti del famoso “Morellino”.
Si rientra a Magliano per il pranzo dall'amico “Guido” e per la premiazione, dove il Sindaco Diego Cinelli ha belle parole e riconoscimenti per tutti e in rappresentanza della comunità maglianese, ha dato l’arrivederci alla prossima edizione.
A giugno l’attività dei Ferraristi Toscani non si è limitata ai soli raduni, ma anche ad eventi mondani come le selezioni di Miss Italia, dove il presidente Enio Turrini è stato membro della giuria. Diciotto le ragazze in concorso, la passerella al posto della strada e il tacco 12 al posto de 12 cilindri e alla fine per le sei finaliste la fascia di Miss e tanti premi da “ferrariste”.
Per ricevere il Calendario ed il gadget abbinato, per informazioni su attività ed eventi da noi organizzati o per richieste di iscrizione al Club, potete scrivere a info@ferraristiclubsieci.it