DOMENICA DI PASSIONI

G.P. del GIAPPONE

Suzuka, 7 Ottobre 2018

Karakiri Ferrari.

Già la situazione era critica ma al Gran Premio del Giappone il degenero.
Le Mercedes monopolizzano la prima fila in partenza ed arrivano tranquillamente, nelle medesime posizioni, al traguardo.
La Ferrari mette a segno un 4 ed un 9 in qualifica a causa di una errata scelta delle gomme (uscire con le intermedie quando ancora non piove non è che sia proprio una gran pensata) e di un errore di Sebastian Vettel. Quindi quarto Kimi Raikkonen e nono pardon, ottavo Sebastian Vettel per la retrocessione di Ocon penalizzato a seguito del mancato rallentamento nella terza sessione di prove libere durante il regime di bandiera rossa.
In partenza partono bene le frecce d’argento seguite dalla Red Bull di Verstappen. Kimi subito dietro e Seb inizia la sua rimonta passando quattro vetture durante il primo giro. All’ultima chicane Iceman tenta l’affondo su Verstappen il quale lo chiude e lo fa andare sull’erba; l’olandese si beccherà 5 secondi di penalità (finalmente!!!). Di questo duello ne approfitta Vettel che riesce a passare in quarta posizione. Successivamente il tedesco della Ferrari proverà ad attaccare Verstappen al Cucchiaio entrando con (troppa!!!) irruenza all’interno della curva. Risultato? Contatto tra i due, SF71H danneggiata e testacoda della stessa. Ora qui Verstappen sinceramente c’entra ben poco!
Tutto da rifare per Seb! Pit-stop e rientro in pista nelle ultime posizioni; riuscirà a risalire fino alla sesta posizione. Difficile pure far gioco di squadra con Kimi (quinto all’arrivo) visto che tra i due il distacco è di quasi 20 secondi!
Vittoria quindi per Hamilton seguito da Bottas, Verstappen e Ricciardo. Raikkonen quinto (a 50 secondi) poi Vettel. Settimo Perez davanti a Grosjean, Ocon e Sainz che chiudono la zona punti.
È inutile che sul finale Vettel segni il miglior tempo; avrebbe dovuto pensarci prima gestendo meglio la sua gara!
La situazione in Classifica si fa sempre più critica, anche se la matematica ancora strizza l’occhio al Cavallino Rampante sia nel Costruttori che nel Piloti. 

Due settimane poi Gran Premio degli Stati Uniti.

Domenica prossima noi del Club faremo la Gita a Modena e Maranello per Visitare i due Musei MEF (Museo Enzo Ferrari) e Museo Ferrari.

Tutti i Commenti del Campionato F1 2018
G.P. di RUSSIA - Sochi, 30 Settembre
G.P. di RUSSIA
Sochi, 30 Settembre 2018

La situazione si fa critica. Al Gran Premio di Russia a Sochi la Scuderia Ferrari non riesce a fermare l’avanzata tedesca in Campionato.
Partite in prima e seconda posizione le Mercedes sono riuscite a mantenere le posizioni; anzi no… a posizioni invertite visto che la pole era firmata Bottas il quale, durante la gara, si è praticamente fermato per far passare il suo “capo” Hamilton.
Le SF71H? Una bella partenza di Sebastian Vettel, partito terzo, fa ben sperare in un imminente recupero ma niente da fare. Le stelle a tre punte mantengono la leadership.
Solo dopo i pit-stop Vettel riesce a piazzarsi davanti ad Hamilton ma, purtroppo, non durerà. Il pilota inglese riuscirà a sfilare la Rossa.
Il muretto Mercedes chiederà a Bottas di far passare Hamilton in prima posizione. Ok, gli ordini di scuderia sono ammessi ma il finlandese gli ha lasciato pista libera in modo non certo occulto.
Da sottolineare la gara delle Red Bull. Partite dalle ultime posizioni per sostituzione della power unit hanno rimontato fino alla quinta e sesta posizione al traguardo.
Verstappen già nei primi giri aveva rimontato metà classifica; stavolta senza buttare fuori nessuno, menomale!
Quindi come detto vittoria di Hamilton seguito da Bottas, Vettel e Raikkonen. Quinto Verstappen davanti a Ricciardo, Leclerc, Magnussen, Ocon e Perez.

Ed ora subito a Suzuka per il Gran Premio del Giappone in programma già il prossimo fine settimana!
Urge imminente recupero visto il distacco in Campionato aumentato a 50 punti nel Piloti e 53 nel Costruttori!

Noi del Club siamo stati impegnati nel 17° Raduno del Bacco Artigiano a Rufina (FI) che ha registrato la presenza di oltre venti Rosse!

G.P. di SINGAPORE - Singapore, 16 Settembre
G.P. d'ITALIA - Monza, 2 Settembre
G.P. del BELGIO - Spa, 26 Agosto
G.P. d'UNGHERIA - Hungaroring, 29 Luglio
G.P. di GERMANIA - Hockenheim, 22 Luglio
G.P. di GRAN BRETAGNA - Silverstone, 8 Luglio
G.P. d'AUSTRIA - Spielberg, 1 Luglio
G.P. di FRANCIA - Le Castellet, 24 Giugno
G.P. del CANADA - Montreal, 10 Giugno
G.P. di SPAGNA - Barcellona, 13 Maggio
G.P. di MONACO - Montecarlo, 27 Maggio
G.P. del BAHRAIN - Sakhir, 8 Aprile
G.P. di AZERBAIJAN - Baku, 29 Aprile
G.P. della CINA - Shanghai, 15 Aprile
G.P. d'AUSTRALIA - Melbourne, 25 Marzo